Il tabagismo è una delle principali cause di morte e di patologie anche devastanti del mondo intero. E oltre ai gravi danni alla salute già noti, il ciclo produttivo del tabacco ha un impatto enorme – in termini di consumo di risorse e suolo, deforestazione ed inquinamento – sul nostro pianeta. Ogni sigaretta fumata incrementa questo sfruttamento, che accelera la distruzione di un equilibrio già di per sé instabile.

Intervista di Carmen Zammataro e Mario Calvagno al prof. Giacomo Mangiaracina, medico specialista in Salute pubblica e presidente dell’Agenzia Nazionale per la Prevenzione.

Condividi