Prima Parola: “Ho pazientemente aspettato il Signore, ed egli si è chinato su di me e ha ascoltato il mio grido” (Salmo 40:1). Seconda Parola: “Gesù si voltò, la vide, e disse: «Coraggio figliola; la tua fede ti ha guarita». Da quell’ora la donna fu guarita” (Matteo 9:22). Terza Parola: “Chi è paziente, grazie alla pazienza possiede la speranza, e può gridare con fiducia al Signore: «Ho atteso, atteso il Signore ed egli ha esaudito la mia supplica» (Efrem Siro). In ogni relazione della vita si ha bisogno della pazienza. Essa è nutrita dalla speranza, e la speranza è vita. La pazienza ha la capacità di rinforzare la volontà e di rendere così possibile ogni raggiungimento. Riflessione a cura di Mario Calvagno, caporedattore RVS Roma e Carmen Zammataro, redattrice RVS Roma.

Produttore

Condividi