Raffaele Battista, della Facoltà avventista di teologia di Firenze, riflette su alcuni versetti del capitolo 31 del libro biblico dei Proverbi. In particolare oggi partiamo dai primi 9 versetti:

Parole del re Lemuel. Massime che sua madre gli insegnò. Che ti dirò, figlio mio? Che ti dirò, figlio del mio grembo? Che ti dirò, o figlio dei miei voti?
Non dare il tuo vigore alle donne, non frequentare quelle che mandano in rovina i re. Non si addice ai re, Lemuel, non si addice ai re bere del vino, né ai prìncipi desiderare bevande alcoliche: che a volte, dopo aver bevuto, non dimentichino la legge e calpestino così i diritti di tutti i deboli. Date bevande alcoliche a chi sta per perire, e del vino a chi ha il cuore amareggiato; perché bevano, dimentichino la loro miseria e non si ricordino più dei loro travagli. Apri la bocca in favore del muto, per sostenere la causa di tutti gli infelici; apri la bocca, giudica con giustizia, fa’ ragione al misero e al bisognoso.

“Riflettiamo insieme sui Proverbi” fa parte di un ciclo di trasmissioni ideate e realizzate da Roberto Vacca, Claudio Coppini e Raffaele Battista. Nell’immagine, la copertina del libro offerto gratuitamente alla conclusione della puntata.

Produttore

Condividi

Articoli recenti