Rivolgersi solo ai nostri non è la soluzione

Rivolgersi solo ai nostri non è la soluzione


La Chiesa rischia di presentare un messaggio “poco attraente”, moralista, come “un vestito troppo stretto” o un insieme di “dogane”, e la risposta non può essere “identitaria, muscolare, conflittiva”, non si può reagire dicendo “chiudiamoci in un monastero” e parlando solo “ai nostri”. Così il cardinale Matteo Zuppi analizza lo stato della fede cattolica in Italia, segnata, come in ogni Paese secolarizzato, dal calo della partecipazione alla messa, e in generale dalla diminuzione della pratica sacramentale, da una diminuzione delle vocazioni, e da una maturazione (“Speriamo solo che non sia il passaggio alla vecchiaia”) dei movimenti cattolici (da Repubblica del 4 febbraio 2024). Un problema che non riguarda solo la Chiesa Cattolica ma che è trasversale a diverse Chiese cristiane e a vari movimenti religiosi. Claudio Coppini e Roberto Vacca hanno chiesto un parere al pastore avventista Nino Plano. Per commentare questa intervista puoi mandarci un messaggio via Whatsapp o via Telegram al seguente numero: 3482227294.

Identità e curiosità obiettivi per i cristiani di oggi

Identità e curiosità obiettivi per i cristiani di oggi


Continuano le conversazioni con la redazione del settimanale Riforma, organo ufficiale delle Chiese evangeliche battiste, metodiste e valdesi. Oggi vi proponiamo un’intervista di Claudio Coppini e Roberto Vacca a Gian Mario Gillio, della redazione di Riforma.

Tra i temi affrontati: gli 850 anni del movimento valdese; la grazia e l’unità dei cristiani.

 

Appuntamento con Dio – Una identità eterna

Appuntamento con Dio – Una identità eterna


Mario Calvagno commenta il testo di Matteo 16:13-20.

L’identità nuova ed eterna è quella che riceveremo noi da Gesù al suo ritorno, addirittura con un “nome nuovo”. Ma l’identità eterna è anche quella di Gesù stesso che noi, oggi, dobbiamo riconoscere come fecero Pietro e gli altri apostoli, e come hanno fatto i credenti di tutti i tempi…

Mi avete perso! Cambiamenti repentini

Mi avete perso! Cambiamenti repentini


Negli ultimi cinquanta anni abbiamo assistito a dei cambiamenti molto importanti, ma negli ultimi tre anni sono stati addirittura sconvolgenti, i giovani non riescono a trovarsi e restare in una chiesa che va’ a bassa velocità e che non si adegua alle tecnologie.

Abigaela Trofin, pastora avventista, ci conduce in una riflessione essenziale per tentare di dare una svolta a questa tendenza nelle comunità.

“La comunità – Identità, leadership, processi decisionali”. Colloqui Ebraico-Cristiani

“La comunità – Identità, leadership, processi decisionali”. Colloqui Ebraico-Cristiani


L’incontro nazionale a Camaldoli segna un percorso biblico condiviso fra ebrei e cristiani (cattolici ed evangelici) attraverso seminari e conferenze. Vari sono i punti fermi del tema trattato. Quanto è importante la comunità nel mondo ebraico prima, e nel mondo cristiano poi? Qual è lo scopo delle Amicizie Ebraico-Cristiane e dei Colloqui Ebraico-Cristiani?

Mario Calvagno e Carmen Zammataro ne parlano con il pastore Francesco Mosca, direttore del mensile “Il Messaggero Avventista” e Vicepresidente della Federazione delle Amicizie ebraico-cristiane in Italia.

Appuntamento con Dio – Una nuova identità (3)

Appuntamento con Dio – Una nuova identità (3)


Mario Calvagno commenta il testo di Efesini 1:15-23.

Come dice l’apostolo Paolo, la nostra nuova identità può provenire solo dallo “Spirito di sapienza e di rivelazione” donatoci dal Padre. Ma come fare per richiamare in noi lo Spirito Santo?

Appuntamento con Dio – Una nuova identità (2)

Appuntamento con Dio – Una nuova identità (2)


Mario Calvagno commenta il testo di Efesini 1:7-14.

L’identità nuova è la nostra; il cambiamento di “connotati spirituali” lo opera lo Spirito Santo, per grazia (cioè gratis) mediante la fede in Gesù. E poi appone anche il suo “sigillo” alla nostra nuova vita! In che modo avviene tutto ciò?

Appuntamento con Dio – Una nuova identità (1)

Appuntamento con Dio – Una nuova identità (1)


Mario Calvagno commenta il testo di Efesini 1:1-6.

Nuovi documenti (falsi) per cambiare identità oppure una plastica facciale per le situazioni più complicate, se un delinquente vuole sfuggire alla giustizia. Ma, nel nostro caso, perché dovremmo ottenere una nuova identità per un futuro “eterno”? E in che senso?

Libro amico // Gianfranco Pecchinenda – Maradona l’impostore

Libro amico // Gianfranco Pecchinenda – Maradona l’impostore




Dialogo di Ennio Battista, sociolo, con Gianfranco Pecchinenda, Università di Napoli, autore del libro "Maradona l'impostore" (Rogas, 2021)

Nella crisi ucraina la UE ritrova sua identità ma anche le sue debolezze

Nella crisi ucraina la UE ritrova sua identità ma anche le sue debolezze


In questa intervista tratta dalla diretta RVS del 31 marzo 2022, Claudio Coppini e Roberto Vacca commentano alcune notizie del giorno con Marco Fusaro, assistente parlamentare al Parlamento Europeo a Bruxelles. 

Tra i temi toccati: Ucraina nella UE come punto qualificante di un accordo internazionale; le istituzioni europee – e soprattutto i singoli governi – hanno sottovalutato l'emergenza energetica. 

Il linguaggio “inclusivo” che rischia di negare le peculiarità religiose

Il linguaggio “inclusivo” che rischia di negare le peculiarità religiose


In questa intervista tratta dalla diretta RVS dell' 1 dicembre 2021, Claudio Coppini e Roberto Vacca commentano alcune notizie del giorno con il professor Marco Cassuto Morselli, presidente della Federazione delle Amicizie Ebraico-Cristiane in Italia, e il pastore avventista  Michele Abiusi.

Tra i temi toccati: dietro front dell'UE sull'uso del linguaggio inclusivo; le feste come identità culturale e spirituale da esplorare piuttosto che negare; la celebrazione ebraica di Hanukkah spiegata sull'Osservatore Romano.  

Editoriale – Identità e unità in Cristo

Editoriale – Identità e unità in Cristo


La nostra società è spesso conflittuale. Il disaccordo si manifesta in vari campi e a più livelli nell’affermazione dell’identità individuale o di gruppo. Ci sono comunque occasioni come la Festa della Repubblica del 2 giugno in cui si cerca la conciliazione tra identità e unità; un’occasione che dovrebbe rappresentare la festa di tutti gli italiani. I fatti politico-istituzionali degli ultimi giorni ci mostrano tuttavia uno scenario diverso, fragile, contorto. Senza entrare nelle discussioni di parte, sforziamoci di guardare in alto. Come credenti abbiamo un conforto e una consolazione. Dio ci invita all’unità, al rispetto, alla concordia e a usare le parole giuste. A tendere a un’unità, a un’identità superiori e a fare la nostra parte. Su questi spunti ascoltiamo Veronica Addazio, vice direttrice nazionale di Radio Voce della Speranza e coordinatrice della stazione di Roma.

Pin It on Pinterest