Cosa ci insegna la Storia? Quali legami ha la ricorrenza del 25 aprile con il tempo presente? Il rancore, la rabbia, il disprezzo che segnano il nostro quotidiano non ci raccontano nulla di buono, basti pensare alle manifestazioni che inneggiano all’odio e alla divisione.

Nell’editoriale di oggi, il pastore Daniele Benini, direttore nazionale di Radio Voce della Speranza, ci offre una riflessione sulla nostra attitudine a guardare e considerare il passato, senza memoria. La nostra storia è terribile, carica di violenza e morti e ancora oggi nei Paesi occidentali, non siamo stati capaci di apprendere nulla dal nostro recente passato.

Eppure la Parola di Dio può dirci qualcosa di importante. Nell’epistola ai Romani, capitolo 15, versetto 4, l’apostolo Paolo parla di perseveranza e consolazione e ci invita a guardare con speranza al nostro futuro, senza dimenticare da dove arriviamo: “Infatti tutte le cose che furono scritte in passato furono scritte per nostro ammaestramento, affinché mediante la perseveranza e la consolazione delle Scritture noi riteniamo la speranza”.

Produttore

Condividi