“In Cina e Russia si verificano atti di violenza e persecuzione per motivi religiosi.  I Testimoni di Geova in Russia sono stati assaliti nelle loro case, banditi e accusati di essere estremisti, attaccati come minaccia alla sicurezza nazionale”. Il 7 giugno 2022 la Corte Europea dei Diritti dell'Uomo (CEDU) ha emesso una sentenza contro la Russia a favore dei Testimoni di Geova. Anche i cristiani in Cina conoscono una feroce persecuzione da parte dello Stato. A tracciare la geografia della violenza per motivi religiosi in questi due grandi Paesi è Raffaella Di Marzio, direttrice del Centro Studi Lirec e psicologa delle religioni, intervistata nel corso della diretta RVS del 26 agosto da Roberto Vacca. 

 

Produttori

,
Condividi