AIDOS, insieme ad ActionAid e CESTAS, presenta il “Rapporto 2010: La salute materna dai finanziamenti al campo. Le politiche che fanno la differenza”. L’iniziativa è realizzata nell’ambito della campagna “Non c’è sviluppo senza salute”, co-finanziata dall’Unione Europea. Il rapporto mostra un’analisi dettagliata degli aiuti allo sviluppo per la salute sessuale e riproduttiva, risultati delle ricerche sul campo in Tanzania, Uganda e Nepal. Qual é l’obiettivo di questo rapporto? In base a quali dati sono stati selezionati questi tre paesi? A cosa sono riconducibili le cause dirette dell’alto tasso di mortalità in tutti e tre i paesi? Perché i finanziamenti specifici per la pianificazione familiare e la salute sessuale e riproduttiva diminuiscono mentre gli aiuti per la salute globale aumentano, anche se non in modo adeguato ai bisogni e agli impegni assunti? Quali sono le politiche che funzionano? Quali aree di intervento prioritario suggerisce il rapporto? Mario Calvagno e Carmen Zammataro, redattori di RVS, intervistano Natalia Lupi, responsabile campagne per la salute di AIDOS, Associazione Italiana Donne per lo Sviluppo.

Produttore

Condividi