La trasmissione di oggi ci ha portato via skype a intervistare in diretta dall’Iraq Giacomo Menaldo, ingegnere, programme manager di Emergency in Iraq, con il quale abbiamo parlato della situazione dei campi profughi, della citta’ di Mosul e del ripristino dell’ospedale di Erbil, che fino a tre mesi fa era un ospedale pubblico ma fatiscente, con numerosi macchinari nuovi e inutilizzati, accatastati in magazzini polverosi. Emergency in questi mesi lo ha rimesso in funzione e adesso ha 80 posti letto, stanze dignitose e con un cortile dove alcuni pazienti possono prendere un po’ d’aria.

Ma la presenza di Emergency e dei suoi ospedali e centri di riabilitazione non si ferma all’assistenza sanitaria, ma svolge un compito fondamentale nella prevenzione e formazione, seminando cultura. Abbiamo avuto anche un altro ospite a Radio-Emergency: Roberto Cerino, infermiere rientrato da poco in Italia dall’ospedale di Erbil. Roberto ci ha raccontato anche la storia a lieto fine di un bambino giunto da solo ferito in ospedale. Quindi una vicenda triste due volte, ma che grazie ad una serie di ricerche ha portato al ricongiungimento familiare. Radio-Emergency è un programma ideato e condotto da Claudio Coppini e Nicola Garcea che va in onda ogni secondo martedi’ del mese dal 2011.

EMERGENCY a Erbil per garantire assistenza medico-chirurgica ai feriti dei combattimenti di Mosul

 

Produttore

Condividi

Articoli recenti