Save the Children ha recentemente presentato la ricerca “Ragazzi connessi. I pre-adolescenti italiani e i nuovi media”, un’indagine sul significato e la funzione che i ragazzi italiani fra gli 11 e i 14 anni attribuiscono a internet e ai cellulari. Con quale motivazione è stata effettuata la ricerca? Con quali criteri è stato scelto il campione di ragazzi e ragazze? Il cellulare ormai ha molte funzioni avanzate. In quali modi viene utilizzato? E cosa fanno i ragazzi su internet? Oltre agli usi ci sono anche gli abusi; quelli che si ricevono e quelli che si esercitano … Cosa hanno mostrato i risultati a questo proposito? Insieme alla ricerca è partita anche, in collaborazione con La7, la campagna “Posta con la testa”. In che cosa consiste? Diversi insegnanti e genitori spesso non hanno cognizioni molto chiare nel campo dei cellulari o di internet, che invece i loro ragazzi utilizzano con grande maestria. Che consigli possiamo dare agli educatori? Mario Calvagno e Carmen Zammataro intervistano Cristiana De Paoli, coordinatrice Area Minori e Nuove Tecnologie di Save the Children Italia.

Produttore

Condividi