Buongiorno con l’Edicola RVS del 12 ottobre 2020

Buongiorno con l’Edicola RVS del 12 ottobre 2020


In questo numero Claudio Coppini e Roberto Vacca commentano con i loro ospiti alcuni articoli apparsi sui giornali di oggi. Sono intervenuti l'economista e ambientalista Alberto Castagnola, il giornalista Saverio Tommasi, il dott. Flavio Facchini, medico-chirurgo all'ospedale pediatrico Meyer, il pastore avventista Rolando Rizzo.

Tra i temi toccati: l'Italia protegga il territorio, negazionisti accerchiano giornalista di fanpage.it, le nuove norme per prevenire la crescita dei contagi in Italia, la donna nella Chiesa e il recupero degli uomini violenti.

 

*Nella foto, il giornalista Saverio Tommasi di Fanpage.it strattonato mentre svolge il suo lavoro durante la manifestazione dei negazionisti a Roma di sabato scorso

Buongiorno con Edicola RVS del 30 settembre 2020

Buongiorno con Edicola RVS del 30 settembre 2020


In questo numero Claudio Coppini e Roberto Vacca commentano con i loro ospiti alcuni articoli apparsi sui giornali di oggi. Soono intervenuti l’economista e ambientalista Alberto Castagnola, lo psicologo e psichiatra Giovanni Varrasi e il pastore avventista Michele Abiusi.
Tra i temi toccati nell’edizione di oggi: gli industriali incalzano Conte, sessione ONU sulla protezione delle specie viventi, Eleonora e Daniele uccisi “perchè erano troppo felici”.

* Nella foto un’immagine della sede dell’assemblea generale delle Nazioni Unite a New York

S.O.S. AMBIENTE (02) – Nella Ue, sussidi miliardi dannosi ai grandi inquinatori

S.O.S. AMBIENTE (02) – Nella Ue, sussidi miliardi dannosi ai grandi inquinatori


In questa seconda puntata, del programma S.O.S. AMBIENTE, abbiamo preso spunto da un’interessante, ampio articolo, dal titolo: S.O.S. AMBIENTE – Ipocrisia, il grande regalo, apparso su IL FATTO QUOTIDIANO di lunedì 29 giugno. Quasi 137 miliardi in sussidi dannosi e nessuno vuole ridurli, nemmeno il piano verde di Bruxelles. Ne parliamo con il professor Alberto Castagnola, economista ambientalista. Altro che Green deal europeo verrebbe da dire leggendo i numeri dei sussidi alle fonti fossili, paese per paese dell’Unione europea. Fra l’altro dal grafico, la Germania risulta lo stato che di gran lunga più di tutti gli altri eroga questi contributi. Dopo la Germania, Gran Bretagna, Italia e Francia sono gli altri paesi che riservano una fetta consistente di sussidi alle fonti fossili. In Italia le aziende più beneficiate sono, Ancelor , ma anche ENI e Italcementi, per un totale di 137 miliardi. Intanto sul The Gardian è apparso nei giorni scorsi, il risultato di una ricerca, sull’innalzamento delle temperature al Polo Sud, che rileva un dato drammatico, le temperature in crescita in accelerazione,di tre volte di più di quello che si pensava.

S.O.S. AMBIENTE è una rubrica radiofonica a cadenza settimanale ( tutti i martedì in diretta alle 11.10) specifica per l’ambiente. Il programma si propone di tenere alto il livello di attenzione e approfondimento sui temi dell’ ambiente – ecologia – economia – energia, a cura di Alberto Castagnola (economista e ambientalista) e dalla redazione del circuito radiofonico RVS, in collaborazione con il sito comune-info.net Tematiche che riteniamo sempre più necessario essere centrali anche all’interno del palinsesto radio nazionale, da qui la scelta di un ciclo di trasmissioni con uno spazio fisso settimanale.

scriveteci a firenze@radiovocedellasperanza.it

S.O.S. AMBIENTE (1) – La sanità non è una azienda

S.O.S. AMBIENTE (1) – La sanità non è una azienda


In questa puntata, numero 1 del programma S.O.S. AMBIENTE in cui parleremo di volta in volta, di ambiente – ecologia – economia – energia con articoli, campagne, progetti e ospiti qualificati tratti dal sito comune-info.net, che arriva subito dopo il lockdown, prendiamo spunto dalla campagna DICO32/COORDINAMENTO NAZIONALE PER IL DIRITTO ALLA SALUTE e dal documento pubblicato da Medicina Democratica – La salute non è una merce. La sanità non è una azienda. Con il professor Alberto Castagnola proviamo ad approfondire 2 punti significativi dei 17 espressi dal documento.
Anche perchè l’esperienza della pandemia li ha riportati al centro per una efficace sanità nazionale e come diritto fondamentale alla salute per ogni singolo cittadino e per la salvaguardia della comunità nella sua interezza.
Ecco i punti che abbiamo approfondito con Castagnola. Primo, la spesa pubblica deve essere adeguata e indirizzata verso la prevenzione primaria,basata su condizioni di vita e ambientali sane, con obiettivi di salute valutati con strumenti epidemiologici e non economistici. Secondo, la medicina territoriale deve essere in costante coordinamento con il settore ospedaliero, riempiendo di contenuti la proposta delle “case della salute”, non come semplice sommatoria di ambulatori, ma come punti di incontro delle esigenze locali (servizi sanitari, socio-sanitari e sociali) cambiando il sistema di remunerazione.

Con questa prima puntata del programma S.O.S. AMBIENTE prende il via una nuova rubrica radiofonica che si occuperà di ambiente – ecologia – economia – energia, in collaborazione con il sito comune-info.net, a cura di Alberto Castagnola (economista e ambientalista) e dalla redazione del circuito radiofonico RVS. Tematiche che riteniamo sempre più necessario essere centrali anche all’interno del palinsesto radio nazionale, da qui la scelta di un ciclo di trasmissioni con uno spazio fisso settimanale.

scriveteci a firenze@radiovocedellasperanza.it

Giornata Mondiale dell’Ambiente

Giornata Mondiale dell’Ambiente


Il 5 giugno è la Giornata Mondiale dell’Ambiente. Il nostro pianeta ospita milioni e milioni di specie, un patrimonio che chiamiamo biodiversità, che rappresenta in una sola parola la sconfinata e fragile ricchezza della vita sulla Terra, in tutte le sue forme e in tutte le sue interazioni, ovvero gli ecosistemi. In occasione della Giornata mondiale dell’Ambiente, è bene riflettere sul fatto che questo tesoro lo stiamo intaccando senza pietà e senza intelligenza. Ne parliamo con l’economista-ambientalista Alberto Castagnola, intervistato da Roberto Vacca, prendendo spunto da un suo recente articolo dal titolo “Sulla terra il clima si fa rovente” apparso nella rivista on line comune-info.net.

Buongiorno con Edicola RVS del 27 maggio 2020

Buongiorno con Edicola RVS del 27 maggio 2020


In questo numero Roberto Vacca commenta con i suoi ospiti alcuni articoli tratti dal Corriere della Sera e dal quotidiano inglese The Guardian di oggi. Sono intervenuti il professor Alberto Castagnola, economista e ambientalista, e il dottor Giacomo Mangaracina, esperto in Salute Pubblica e presidente dell’Agenzia Nazionale per la Prevenzione.
Tra i temi affrontati: anche per Conte il rilancio dell’economia passa per una svolta verde, l’assemblea ONU sui cambiamenti climatici di Glasgow forse rinviata a ottobre 2021 (ma il tempo stringe), l’Italia molto indietro rispetto agli impegni assunti sui temi ambientali, il virus ancor ben presente in Lombardia, le misure di prudenza da non dimenticare.

Buongiorno con Edicola RVS del 12 maggio 2020

Buongiorno con Edicola RVS del 12 maggio 2020


In questo numero Roberto Vacca commenta con i suoi ospiti alcuni articoli apparsi sul Corriere della Sera di oggi. Sono intervenuti l’economista e ambientalista Alberto Castagnola e il dottor Raniero Facchini, direttore scientifico della Fondazione Vita e Salute.
Tra i temi affrontati: la liberazione di Silvia Romano e le polemiche sulla cooperazione internazionale, la proposta di sanatoria per i migranti irregolari, le misure economiche e le preoccupazioni per l’ambiente, risalgono i contagi in Corea del Sud, cure al plasma e vaccino, i test sierologici, raccomandazione per la fase 2.

Emergenza ambientale

Emergenza ambientale


Non si fermano le manifestazioni di protesta “Fridays for future”, nonostante la pandemia. Sul web sono numerose le iniziative di approfondimento sull’emergenza ambientale e di protesta contro l’inerzia dei governi.
“Il Covid-19 è la diretta conseguenza dell’impatto umano sull’ambiente a causa di disastrose politiche agricole e industriali”, dichiara l’economista-ambientalista Alberto Castagnola a Roberto Vacca. “Abbiamo ormai solo 8 anni per raddrizzare la situazione. La ripartenza economica del Paese deve tener conto dei costi ambientali, che sono costi che hanno un impatto immediato sulle salute della gente, sulle spese sanitarie e alla fine su tutto il sistema econo

Le borse crollano

Le borse crollano


Preoccupazione per l’economia al tempo del coronavirus. In questa puntata di Sfogliando il giornale Claudio Coppini e Roberto Vacca intervistano l’economista Alberto Castagnola.

Buongiorno con Edicola RVS del 20 febbraio 2020

Buongiorno con Edicola RVS del 20 febbraio 2020


In questo numero Claudio Coppini e Roberto Vacca commentano con i loro ospiti alcuni articoli presenti sui giornali di oggi. Sono intervenuti l’assessore al Comune di Firenze Alessandro Martini, l’economista Alberto Castagnola e lo psichiatra Giovanni Varrasi.
Tra i temi affrontati: “si può fare”, la lotta contro la burocrazia (00:01:00), ultimatum ai Benetton (00:12:30), muro brexit per gli europei (00:21:00), il risiko delle banche italiane (00:27:30), sorella coraggio (00:33:00), strage in Germania (00:39:00).

Buongiorno con l’Edicola RVS del 13 febbraio 2020

Buongiorno con l’Edicola RVS del 13 febbraio 2020


In questo numero Claudio Coppini e Roberto Vacca commentano con i loro ospiti alcuni articoli tratti dai giornali di oggi. Sono intervenuti l’economista e ambientalista Alberto Castagnola, il segretario della CISL di Firenze Roberto Pistonina e il pastore avventista Rolando Rizzo. Tra i temi affrontati: via libera al processo a Salvini (00:03:00), una prospettiva della Terra dallo Spazio (00:08:30), licenziamenti facili, aziende in difficoltà e la preoccupazione per le pensioni dei giovani (00:23:00), documento papale ignora la questione dei preti sposati (00:33:00), calpesta l’Ebreo (00:38:00).

Sfogliando il giornale: 100 secondi all’apocalisse

Sfogliando il giornale: 100 secondi all’apocalisse


New York, 23 gennaio 2020 – Il mondo è a 100 secondi dalla fine, almeno secondo l’Orologio dell’Apocalisse. Il Doomsday Clock, ideato nel 1947 durante la Guerra Fredda per scandire il tempo che l’umanità ha davanti a sé per evitare una catastrofe dovuta alle armi nucleari o ai cambiamenti climatici, ha visto le sue lancette spostarsi a 100 secondi alla mezzanotte, contro i due minuti del 2019.
Il mondo è più vicino alla catastrofe rispetto all’anno scorso quindi, secondo la Federazione degli scienziati atomici che ha deciso che le incertezze sul nucleare, e sul clima, stanno avanzando.
Tratto da QUOTIDIANO.NET

Su questo tema Roberto Vacca ha intervistato l’economista e ambientalista Alberto Castagnola.

Pin It on Pinterest