“SENTI CHE FOTO! – Incontro sulla fotografia accessibile”

“SENTI CHE FOTO! – Incontro sulla fotografia accessibile”


A Torino, presso CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia, l’incontro con ingresso gratuito accoglie tanti specialisti istituzionali per parlare di accessibilità e di inclusività presentando "La storia della fotografia nelle tue mani". L’esposizione multisensoriale e multimediale permanente ripercorre le tappe fondamentali della storia della fotografia in modo accessibile a tutte e tutti. Di cosa si tratta? Quali gli sviluppi futuri?

Intervista di Mario Calvagno e Carmen Zammataro a Walter Guadagnini, direttore artistico di CAMERA.

 

Info: camera.to

L’appello della settimana: esercitarsi al dono

L’appello della settimana: esercitarsi al dono


Oggi è il Giving Tuesday, giornata mondiale del dono, una opportunità per allenarsi alla generosità, un invito a piccoli gesti che fanno la differenza nella quotidianità, ne abbiamo parlato con Andreas Mazza del Dipartimento delle comunicazioni, Affari pubblici, Libertà religiosa, Pubbliche relazioni della Regione Intereuropea della Chiesa Cristiana avventista del Settimo Giorno.

L’appello della settimana: esercitarsi al dono

L’appello della settimana: esercitarsi al dono


Oggi è il Giving Tuesday, giornata mondiale del dono, una opportunità per allenarsi alla generosità, un invito a piccoli gesti che fanno la differenza nella quotidianità, ne abbiamo parlato con Andreas Mazza del Dipartimento delle comunicazioni, Affari pubblici, Libertà religiosa, Pubbliche relazioni della Regione Intereuropea della Chiesa Cristiana avventista del Settimo Giorno.

La storia del buongiorno. Buzz…ichiamo in gelateria?

La storia del buongiorno. Buzz…ichiamo in gelateria?


Le foto di una nonna e del suo nipotino vestiti da Buzz, l’astronauta di “Toy Story” della Disney, mentre “bazzicano” in gelateria e mangiano un bel cono è diventato virale sui social. Ma ha fatto riflettere, anche noi, sul ruolo dei nonni.

Una storia commentata da Mario Calvagno per aprire la giornata con un sorriso.

L’amore parla la stessa lingua

L’amore parla la stessa lingua


Un soldato tedesco, durante la Seconda Guerra Mondiale, prende in braccio una bimba provocando parecchio sgomento nel papà. Segui il racconto della dottoressa Alfia Milazzo, della Fondazione La Città Invisibile.

L’amore parla la stessa lingua

L’amore parla la stessa lingua


Un soldato tedesco, durante la Seconda Guerra Mondiale, prende in braccio una bimba provocando parecchio sgomento nel papà. Segui il racconto della dottoressa Alfia Milazzo, della Fondazione La Città Invisibile.

Sefora Motta: lezioni dal 2021

Sefora Motta: lezioni dal 2021


La fiducia in Dio porta al cuore riposo e serenità perché non si appoggia su ciò che sappiamo fare ma sui ciò che Dio può far attraverso di noi ma anche oltre noi.

Segui la testimonianza di Sefora.

Editoriale – Cercatori di bellezza

Editoriale – Cercatori di bellezza


Quanta bellezza ci circonda, nonostante le brutture che riempiono tg, giornali o social network. Basta fermarsi un attimo e osservare con attenzione le meraviglie che abbiamo attorno. Quelle della natura in cui siamo immersi, il Creato che per noi credenti non è affatto frutto del caso ma anche quelle testimonianze straordinarie che sono opera dell’ingegno e della creatività umana. L’editoriale-news di oggi, a cura di Veronica Addazio, vicedirettore nazionale di Radio Voce della Speranza, invita ad aguzzare la vista, a scoprirci cercatori di bellezza e a prendercene cura.

In Genesi, 2, al versetto 15, si legge: “Il Signore Dio prese l’uomo e lo pose nel giardino di Eden, perché lo coltivasse e lo custodisse”. L’Eden oggi non c’è più ma resta viva la nostra responsabilità nel mondo in cui viviamo, l’impegno di custodirlo e coltivarlo, costruendo qualcosa di buono e anche di bello, perché no. Abbiamo anche un altro dovere, quello dell’attenzione. Prendersi cura può voler dire, in fondo, anche aprire gli occhi, accorgerci della bellezza intorno a noi e apprezzarla.

__________________________________________

Credit foto:

Mermaid, 1 posto e Grand Prize winner – Photo and Caption by Reiko Takahashi/ National Geographic Travel Photographer of the Year Contest.

Reiko Takahashi, la fotografa vincitrice del premio ha affermato: “Ho avuto la fortuna di incontrare una megattera con il suo piccolo durante il mio primo giorno di snorkeling vicino all’isola giapponese di Kumejima. La maggior parte del tempo, il piccolo è rimasto vicino a sua madre. A un certo punto, ha iniziato a saltare e ha toccato la coda sull’acqua vicino a noi: era molto amichevole e curioso. Alla fine, la madre, che stava guardando lì vicino, è venuta a prendere il cucciolo ed è nuotata via. Mi sono innamorata completamente del piccolo e della sua coda molto energica, grande e bella”.

Clicca qui per vedere le foto dei vincitori del National Geographic Travel Photographer of the Year Contest 2018.

Pin It on Pinterest