In questa puntata Mauro e Alessandra Sbrillo ci presentano un vero gioiellino tecnologico, la casa domotica per disabili. Infatti alcune settimane fa e’ stato inagurato a Firenze dal sindaco Renzi un edificio di vera avanguardia sotto il profilo della domotica, che ha l’obiettivo di rendere il piu’ confortevole possibile, grazie ad una serie di dispositivi

elettronici, la vita domestica a paraplegici e tetraplegici. Un investimento di circa mezzo milione di euro condiviso da

Societa’ della Salute, Regione Toscana, L’Aoup dell’ospedale Careggi e la Misericordia di Rifredi, che avra’ il compito di gestire fisicamente lo spazio. La nuova casa potra’ ospitare sei disabili (4 paraplegici e 2 tetraplegici) con i loro accompagnatori.

Ma potra’ anche essere utilizzata da persone che vengono dimesse dall’ospedale, ma che hanno ancora bisogno di alcune cure piu’ leggere rispetto a quelle ospedaliere, prima di rientrtare a casa propria. Claudio Coppini e Luca Faedda approfittano

della presenza di Mauro per approfondire il piu’ possibile le novita’ tecniche e i risvolti emozionali che il passaggio a un edificio cosi’ tecnologico, ma al tempo stesso abbastanza asettico, può suscitare su chi dopo tanti mesi di ospedale non

vede l’ora di dormire di nuovo nel suo letto. Come al solito una trasmissione ben alternata tra parlato e musica, con quattro pezzi a sorpresa da non perdere

Produttore

Condividi