HopeMedia Italia – Il Centro avventista “Casuccia Visani” a Poppi, nel Casentino, ha ospitato il Campo famiglie 2021, dall’8 al 15 agosto. Abbiamo ricevuto e pubblichiamo la testimonianza della famiglia Illardo/Ferraro (Pierluigi, Denise, Désirée e Melanie).

Ritrovare Casuccia dopo circa 20 anni, profondamente rinnovata ma sempre uguale nella sua essenza, è stata una bella sensazione. Quest’anno abbiamo deciso di partecipare al Campo famiglie per la prima volta, dopo tanti campeggi e campi lavoro! É stata una bella esperienza, soprattutto per le nostre figlie di 10 e 12 anni, rivedere persone e conoscerne di nuove.

Per la buona riuscita di un campeggio ci deve essere il giusto mix di ingredienti che possa portare alla ricetta vincente! Per questo ci sentiamo di ringraziare lo staff per il lavoro svolto, a partire da Roberto Iannò e Anna Calà per la gestione saggia e simpatica del campo, alla cucina che ha saputo gestire la quotidiana preparazione dei pasti (sempre buono e abbondante) con le specifiche esigenze alimentari di alcuni, al campo lavoro (giovanissimo!) sempre efficiente, alla famiglia Puglisi e alla collaboratrice aggiunta Andrea che, oltre a gestire i momenti musicali con la solita qualità e premura, ha assolto al difficile compito di occuparsi di 30 ragazzi e bambini di diverse fasce d’età, ai relatori della parte scientifica, Filippo e Monia Brocadello, competenti e sempre disponibili al dialogo anche fuori dai momenti canonici, ad Eugen Havresciuc per la gestione della parte spirituale in tema con quella scientifica, ai campisti che, nonostante le restrizioni Covid e con un caldo anomalo che ha sfiorato i 38 gradi, hanno collaborato per mantenere un clima gioviale e rilassato con momenti di sport e di divertimento.

Il tema di riflessione è stato duplice:
– la situazione del pianeta terra in relazione allo sfruttamento delle risorse da parte dell’uomo (stiamo consumando più di ciò che il pianeta può offrire) e all’inquinamento;
– la gestione di una sana alimentazione per ridurre il rischio di insorgenza di patologie.

Un tema estremamente interessante, sviluppato ed esposto dai dottori Monia e Filippo in modo coinvolgente e preciso. Peccato perché il tempo non è stato sufficiente e per approfondire l’argomento, come tutti avremmo voluto, sarebbero stati necessari più campeggi!

La parte spirituale ha seguito lo stesso tema, ricordandoci che, come cristiani, abbiamo una responsabilità verso il pianeta terra, verso gli altri e verso noi stessi, e che le nostre scelte quotidiane possono influire in questa direzione.

Ciò che abbiamo apprezzato maggiormente è stato l’invito a cercare un equilibrio di fondo per la gestione di tutte le informazioni ricevute, l’invito a riflettere e ad essere disposti a cambiare opinione. Il pericolo di gestire tante informazioni in modo fanatico è dietro l’angolo, anche involontariamente; invece l’amore e il rispetto per il prossimo non devono mai mancare.

Cosa aggiungere?
Lo lasciamo ai prossimi campeggi!

 

   

Produttore

Condividi

News Avventisti

Articoli recenti