Rachid Saiad, trentaseienne marocchino, aveva salvato alcuni anni fa una mamma con la figlia finite con l’auto in un fosso. Ha perso il lavoro da tre mesi, e alcuni giorni fa i vigili di Torino gli hanno sequestrato l’auto in cui era costretto a vivere, perché non era assicurata, sicuramente per mancanza di denaro. Ma il Comune, nel giorno di Pasqua, gli ha offerto un alloggio destinato alle persone in emergenza abitativa, nell'ambito del piano cittadino di inclusione sociale.

A volte, improvvisamente, le situazioni della nostra vita possono cambiare da un giorno all’altro come sta succedendo a molti in questo periodo pandemico. Riveste grande importanza il sapersi adattare, essere resilienti, come questo giovane, per ritrovare la via maestra in tempi migliori.

Nell’economia della grande informazione, del grande circo mediatico, le notizie che riguardano il singolo spesso non vengono battute o non vengono prese nella giusta considerazione, soprattutto se confrontate con i grandi temi dell’umanità. Ma spesso le piccole cose, i piccoli gesti, sono quelli che hanno una grande importanza per dare un valore a chi li riceve, come la famiglia salvata o il giovane recuperato dalla strada.

“Chi ha potuto disprezzare il giorno delle piccole cose? Ma quei sette si rallegrano a vedere il filo a piombo nelle mani di Zorobabel. Questi sette sono gli occhi dell'Eterno che percorrono tutta la terra” (Zaccaria 4:10).

Intervista di Mario Calvagno al pastore avventista Daniele Benini.

 

 

Photo 198254011 © Chernetskaya | Dreamstime.com

Produttori

,
Condividi

Articoli recenti