A quasi sette anni dal 16 novembre 2015, data di entrata in vigore degli effetti della direttiva UE 2012/29 sulla tutela dei diritti delle vittime, il nostro Paese è ancora gravemente inadempiente. Lo stesso possiamo affermare per quanto riguarda la prevenzione: l’Italia nel 2019 non ha ridotto la strage del 50% ma solo del 22,9%. La Strage Stradale continua, con 9 morti al giorno e 661 feriti al giorno (dati Istat 2019, il 2020 non fa testo per il lockdown, i dati 2021 non ancora verificati dall’Istat, ma la strage continua) – è come una pandemia, un problema di sanità pubblica che però non è trattato con lo stesso rigore del covid 19, come se fosse un fatto privato.

"Non ci rassegniamo e promuoviamo una raccolta firme per modificare tale situazione stagnante", si legge nell'introduzione a una petizione apparsa su change.org . Claudio Coppini e Roberto Vacca hanno chiesto un parere a Doretta Boretti, da anni impegnata nella sensibilizzazione dell'opinione pubblica – soprattutto nelle scuole – per la prevenzione degli incidenti stradali.

Produttori

, ,
Condividi