Iulia Tarlev – Sabato 10 dicembre, la corale “Credo”, arrivata dalla Romania e diretta da Mihai Bejinariu, ha intonato canti natalizi nella chiesa avventista romena di Roma. 90 giovani coristi sembra un numero cospicuo, in realtà il coro del liceo teologico avventista di Bucarest conta ben 250 studenti, dei circa 390 iscritti.

Il concerto si è svolto tra fiori e ospiti di rilievo. La corale ha impressionato i presenti soprattutto per il modo in cui i ragazzi cantano. Una galleria di suoni e silenzi ben precisi, una musica pura e divina tradotta pienamente nell’espressione del viso di questi interpreti. Cantano e raccontano storie tramite espressioni musicali, intonando un dialogo di voci che dipingono colori, creano emozioni, accordano i sensi del pubblico.

La platea, incantata e stupefatta, ha applaudito in maniera generosa la fine di ogni esibizione. Il liceo di Bucarest offre una formazione musicale notevole e il concerto ci ha fatto capire che la musica è davvero un tassello fondamentale nell’istruzione. È un piacere sentire questi studenti preparati che cantano senza spartiti, tutto a memoria, nella propria lingua. Ma le parole non servono, poiché la musica che esprimono ci emoziona. Dopo questi eventi, sembra che dovremmo fare più spesso una “doccia” simile, non soltanto nel periodo natalizio.

Per ascoltare il concerto, ecco il link https://youtu.be/TYTaE_qSQqY

[Foto: Aurel Bălan]

Produttore

Condividi