csm_GC2ndSabbathAlamoDomeRMC_9315_Snapseed_c19f4f360dIl messaggio della prima predicazione del presidente della Conferenza Generale dopo la sua rielezione.

Andrew McChesney/AR/ANN/Maol – Ted N. C. Wilson, durante il primo sermone da neo rieletto presidente della Conferenza Generale, ha esortato gli avventisti ad andare avanti uniti nel proclamare l’imminente ritorno di Gesù.

Wilson ha ricordato le iniziative che hanno caratterizzato il suo primo mandato quinquennale (Risveglio e Riforma, Missione nelle città, ministero della salute globale e un piano online di studio quotidiano della Bibbia) per invitare tutti i membri della chiesa a condividere Gesù nelle loro comunità. Ha quindi evidenziato che lo studio regolare della Bibbia e gli scritti di Ellen G. White sono fondamentali per sviluppare un rapporto più stretto con Gesù.

Il sermone si è concluso con una tonante interpretazione dell’inno avventista «We Have This Hope» (Abbiamo questa speranza), e di «Jesus Is Coming Again» (Gesù ritorna) da parte dei 1.100 elementi della corale, un numero record di coristi in un’Assemblea Mondiale.

«Ringraziamo il Signore per i modi in cui ha guidato l’Assemblea negli ultimi 10 giorni e gli rendiamo gloria per l’unità e unicità di intenti nel compiere la sua missione in favore di questa terra morente», ha affermato Wilson, nello stadio Alamodome gremito da 65.000 persone, a San Antonio, in Texas.

«Come ho detto cinque anni fa, la chiesa avventista del settimo giorno è il movimento del “rimanente” di Dio, formata da coloro che, secondo Apocalisse 12:17, osservano i comandamenti di Dio e custodiscono la testimonianza di Gesù Cristo; e siamo in viaggio diretti verso il cielo», ha affermato il presidente, riferendosi al primo sermone predicato dopo la sua elezione, nel 2010, all’Assemblea Mondiale di Atlanta, in Georgia. «Dobbiamo andare avanti, non indietro, perché siamo quasi a casa. Sono più che mai convinto che Gesù è vicino, proprio alle porte».

Wilson ha poi detto «Gesù ritorna presto!» in 11 delle lingue rappresentate all’Assemblea Mondiale: inglese, spagnolo, francese, portoghese, swahili, russo, coreano, arabo, cinese, hindi e tagalog. L’uso di più lingue ha caratterizzato anche l’apertura della Scuola del Sabato, quando i presentatori hanno salutato i partecipanti con un «Buon sabato!» in vari idiomi, e la lettura del testo del sermone, Giosuè 1: 1-9.

GT Ng, confermato alla carica di segretario esecutivo della Conferenza Generale, ha introdotto la predicazione del presidente facendo un divertente confronto tra Wilson e John Byington, primo presidente della Conferenza Generale, .

«Attraversate il Giordano… non indietreggiate» è il titolo del sermone predicato da Wilson e si riferisce alla storia degli israeliti entrati nella terra promessa dopo aver attraversato il fiume Giordano. Wilson ha osservato che gli israeliti innalzarono un monumento commemorativo fatto di pietre per ricordare come Dio li aveva guidati e ha suggerito che ogni persona presente all’Assemblea Mondiale è «una pietra commemorativa».

«Egli vuole che ricordiamo ciò che accade qui a San Antonio, ciò che lo Spirito Santo realizza nelle nostre vite, poiché la nostra missione è quella di annunciare “Sorgi! Risplendi! Gesù ritorna!”», ha affermato Wilson, «Voi siete le pietre miliari, i punti di riferimento».

«Sorgi! Risplendi! Gesù ritorna!» è il tema dell’Assemblea Mondiale 2015.

Wilson ha chiesto ai membri di chiesa di «rivoluzionare» il loro modo di pensare, condividendo le loro testimonianze personali e partecipando attivamente alla missione della chiesa di preparare le persone per il ritorno di Gesù.

«Che sia una partecipazione totale», ha aggiunto, «Non siate coinvolti solo nel meccanismo della chiesa. … Abbiamo bisogno di valorizzare al massimo i laici perché portino il fardello dell’evangelizzazione e della missione di testimonianza insieme con i pastori e gli operai. Raccontate agli altri il vostro rapporto con Cristo! È tempo di tornare a casa!».

Wilson ha chiesto ai genitori di non permettere a nulla di insinuarsi nelle loro case per distrarli dai piani di Dio per loro e i loro figli.
«Eliminate qualsiasi programma televisivo, social media, musica, libri e altre influenze che vi possano distrarre da Gesù e dalla sua verità biblica», ha precisato, «Accettate il comando di Dio: “Attraversate il Giordano, non indietreggiate”».

Ha poi chiesto a ogni membro di chiesa di mettere da parte le differenze di opinioni e di umiliarsi davanti a Dio.
«Ora è il momento di essere uniti in Cristo, nostra giustizia», ha aggiunto.

[Foto ©2015 Adventist Review/Ann. Foto di James Bokovoy]

Produttore

Condividi

News Avventisti

Articoli recenti