Obiettivo: educare le comunità locali e aiutare le donne pastore.

HopeMedia Italia – Il Comitato esecutivo della Chiesa avventista del settimo giorno in Baviera ha votato la nomina di un commissario per le pari opportunità. Ne danno notizia l’agenzia stampa Apd e il sito dei Ministeri Femminili della Regione Intereuropea della denominazione.

Dal mese di maggio, la psicologa Patricia Davis ha assunto l’incarico di prima commissaria per le pari opportunità della sua chiesa in Germania.

Si tratta di "un ufficio che si occuperà di episodi di discriminazione evidente e nascosta contro le donne in Baviera" ha spiegato il past. Wolfgang Dorn, presidente della Chiesa avventista bavarese. In particolare, riguarda le donne in posizioni di leadership nelle chiese locali, le volontarie e le dipendenti a tempo pieno. "Negli ultimi anni abbiamo osservato un accumularsi di comportamenti discriminatori in particolare nei confronti delle nostre pastore" ha aggiunto Dorn "Non vogliamo continuare a stare fermi a guardare, ma prendere una posizione chiara contro questi atteggiamenti e creare uno spazio protettivo per le dipendenti nelle chiese locali".

Educazione coerente per la prevenzione di comportamenti discriminatori 
Il vicepresidente Stefan Rebensburg ha osservato che affrontare la questione della discriminazione diventa cruciale oggi. Posizioni che sembravano da tempo obsolete sono tornate ad essere sempre più comuni. Non riflettono la maggioranza, ha aggiunto, ma è come "riportare indietro le lancette dell’orologio". La dirigenza della denominazione si impegna quindi a adottare delle misure per fornire "un'educazione coerente alle chiese in questo ambito ed evitare comportamenti discriminatori nei confronti delle donne tra le nostre fila, specialmente verso quelle che occupano incarichi direttivi". Il Comitato vede qui un mandato biblico, così come il sostegno ai punti dottrinali della Chiesa avventista.

La commissaria 
In qualità di psicologa, Patricia Davis consiglia le persone in situazioni di crisi e aiuta le famiglie a sviluppare i propri punti di forza. Nell'assumere l’incarico di responsabile per le pari opportunità spera di fornire un punto di contatto alle pastore e alle donne che svolgono un servizio di dirigenza nelle chiese in cui si manifesta una bassa soglia di tolleranza.

"Concepisco noi avventisti come una squadra che si sostiene a vicenda sia dal punto di vista emotivo sia per quanto riguarda l’agire” ha spiegato Davis “Una squadra in cui tutti contribuiscono con le proprie capacità e abilità, senza eccezioni e allo stesso modo, donne e uomini. Dio ama tutti incondizionatamente, senza riguardo a età, background e genere, e voglio contribuire a rendere la nostra Chiesa un luogo in cui si vive proprio questo".

Le comunità come luogo di apprezzamento 
Più che mai, ha aggiunto Davis, l'uguaglianza di genere nella chiesa locale è una preoccupazione pressante per la denominazione in Baviera. "Vogliamo promuovere una convivenza naturale di uomini e donne a tutti i livelli del ministero nella comunità locale, in modo che le chiese rimangano un luogo di apprezzamento e di sostegno reciproco". Non deve esserci posto per il disprezzo religioso e sociale delle donne nell'ambito delle attività della chiesa locale. È il motivo per cui è nato questo ufficio che opera a favore delle donne colpite da discriminazione e denigrazione nel loro servizio per la chiesa. In un ambiente confidenziale, possono parlare di queste esperienze e trovare aiuto.

[Fonte: Apd/Eud WM News]

Produttore

Condividi

News Avventisti

Articoli recenti