HopeMedia Italia – Il Comitato esecutivo della Missione avventista nelle Figi ha tenuto una riunione straordinaria l'8 giugno per discutere ancora una volta sull’annoso caso legale riguardante il College avventista Vatuvonu. L'incontro, informa Adventist Record, è stato convocato in seguito al provvedimento, emesso il 3 giugno dalla Corte d'Appello delle Figi, che ribalta la precedente sentenza dell'Alta Corte secondo cui la nomina degli insegnanti pagati dallo Stato in qualsiasi scuola fondata da un'organizzazione religiosa deve essere approvata dalla stessa.

La Corte d'Appello ha ritenuto che “qualsiasi comunità religiosa che riceve assistenza dallo Stato sotto forma di insegnanti non può interferire nella nomina di essi, né la comunità religiosa può rifiutare di accettare la nomina di insegnanti per motivi di religione o credo religioso o qualsiasi altro motivo di discriminazione”.

Questa sentenza è stata definita storica poiché è stata interpretata secondo quanto previsto dalla Costituzione delle Figi. In effetti significa che tutti gli insegnanti pagati dal governo sono ritenuti dipendenti pubblici e quindi non possono essere visti come promotori di una specifica visione religiosa del mondo. Anche il programma scolastico deve essere insegnato con una prospettiva totalmente laica. L'unico modo in cui le scuole avventiste possono insegnare la Bibbia è che la Chiesa paghi gli insegnanti indipendentemente dal governo.

In una dichiarazione, Ronald Stone e Epeli Saukuru, rispettivamente segretario e segretario associato della Missione avventista, affermano che dopo molte preghiere e discussioni, il Comitato esecutivo ha selezionato un sottocomitato per studiare a fondo i pro e i contro delle quattro possibili opzioni da presentare per far ricorso alla sentenza della Corte d'Appello. Sulla base delle loro raccomandazioni, il Comitato esecutivo si riunirà di nuovo lunedì 14 giugno e prenderà una decisione definitiva.

"Quindi, chiediamo a tutti voi di pregare per la guida divina affinché ci dia la saggezza necessaria” hanno affermato Stone e Saukuru.

Il caso Vatuvonu è stato oggetto di dibattito all'interno del sistema legale delle Figi fin dal 2019. Ha implicazioni significative non solo per le scuole avventiste, ma per l'intero sistema educativo della nazione, che è in gran parte gestito da organizzazioni religiose. Attualmente, il governo figiano amministra un sistema d’istruzione gratuito universale in cui paga gli stipendi del personale e finanzia le scuole di tutto il Paese. Nell'ambito del suo sistema di selezione per merito, il governo sceglie i presidi e il personale docente per ricoprire i posti vacanti sia nelle scuole governative che in quelle religiose.

Per David McClintock, direttore del Dipartimento Educazione presso la Regione Pacifico del sud della Chiesa, la sentenza della Corte d'Appello ha importanti conseguenze che vanno al di là della questione iniziale sulle nomine del personale a Vatuvonu.

“Mentre all’inizio il caso giudiziario riguardava semplicemente il diritto della Missione avventista delle Figi di essere coinvolta nelle discussioni sul personale, il riferimento più ampio alla Costituzione e la sua enfasi su una società laica porta le conseguenze indesiderate di limitare tutti i dipendenti pubblici in materia di religione" ha affermato “Così la nostra principale ragion d’essere e la natura evangelistica del nostro sistema scolastico vengono rimosse”.

Ora, la Missione delle Figi ha 42 giorni di tempo per presentare ricorso alla Corte Suprema.

[Fonte: Adventist News Network/Adventist Record]

 

 

Produttore

Condividi

News Avventisti

Articoli recenti