Intrigante parabola quella narrata nel vangelo di Matteo 7:24-27 in cui si parla della casa edificata sulla roccia e di quella edificata sulla sabbia. Gran parte degli studiosi concordano nell’indicare Gesù stesso come la roccia. Se Gesù è la roccia, che cosa rappresenta la sabbia su cui gli sciocchi del racconto costruiscono la propria casa?

Gesù, parlando delle due tipologie di persone della parabola, dice che entrambe ascoltano le sue parole; ma i saggi mettono in atto questi insegnamenti mentre gli sciocchi non sono interessati ad applicarli nella vita di tutti i giorni. Le chiese devono interrogarsi su questo? Cioè queste parole potrebbero indicare due classi di frequentatori di chiese?

Nel Salmo 127:1 è scritto: “Se il Signore non costruisce la casa, invano si affaticano i costruttori”. La Bibbia indica che tutta la nostra vita, la nostra spiritualità, dalle fondamenta allo sviluppo completo, sono sotto la direzione di Dio, con la nostra partecipazione.

 

Intervista di Mario Calvagno e Carmen Zammataro al pastore Saverio Scuccimarri, docente e decano della Facoltà Avventista di Teologia e responsabile della redazione religiosa della Casa editrice ADV.  

 

Photo 150032631 © Photodynamx | Dreamstime.com


 

 

Produttori

, ,
Condividi