Notizie Avventiste – È impossibile non vederlo se si transita su una delle trafficate strade di Ensenada, nello stato della Bassa California, in Messico. Il murale dai colori accesi racconta il Secondo Avvento ed è stato realizzato da artisti avventisti su uno spazio donato. Il dipinto si trova nella via “Calle Diamante” della seconda città portuale più grande del Messico; raffigura Gesù che viene in una nuvola di angeli, mentre gridano e sorvolano un cimitero circondato da montagne aride. È opera di due laureati in arte presso l’Università Montemorelos, della Chiesa avventista.

“L’obiettivo è far arrivare alle persone il messaggio del vangelo” ha spiegato Edgardo Beltrán, pastore del distretto e della vicina chiesa avventista Ensenada 14 “I membri della nostra comunità sono molto entusiasti del progetto”. Questa è la prima volta che le chiese del distretto partecipano a un progetto del genere. Hanno accolto gli artisti, aiutandoli con la logistica.

I due artisti, Priscila Rivera e Pablo Sánchez, hanno viaggiato con il loro professore, Luis Medina, che coordina il dipartimento di arti visive del campus dell’Università Montemorelos, per lavorare al progetto nella settimana dal 21 al 28 giugno.

“Sono rimasta colpita dall’approvazione e dalla curiosità manifestata da chi passava davanti al dipinto” ha affermato Rivera “A volte non ero sicura di quello che stavo facendo, ma poi passava un’auto con un’intera famiglia che si fermava solo per applaudire, o vi erano persone che urlavano da lontano dicendoci che era bello”. È incoraggiante quando qualcuno ha fiducia nel tuo lavoro, ha aggiunto.

Per Sanchez la realizzazione di questo particolare dipinto scorreva bene: “Era una tecnica freestyle, non ci basavamo su nulla in particolare, ma con un’inclinazione all’illustrazione”.
Le persone hanno avuto una reazione positiva quando hanno visto il murale. “Si sono fermati per chiedere di cosa si trattasse, per vedere un po’ come lavoravamo” ha proseguito “e ci dicevano che era un messaggio positivo, a differenza del tipo di arte urbana che le persone sono abituate a vedere”.

Rivera e Sánchez avevano già collaborato insieme nella realizzazione di altri dipinti: uno all’ingresso della cappella dell’Università Montemorelos e un altro sulle pareti della palestra.

Gli artisti sono sorpresi che un murale con soggetto religioso abbia suscitato interesse nelle persone.
“Il tema della ritorno di Gesù è interessante per gli avventisti del settimo giorno ed è in qualche modo un mistero” ha sottolineato il prof. Medina “Immaginiamo come sarà, cosa accadrà e cerchiamo di interpretarlo attraverso i colori e le forme”.

L’opera è stata dipinta non usando colori molto tradizionali, bensì tinte influenzate dalla tavolozza della pop art urbana,  “abbiamo utilizzato una combinazione degli ultimi stili e tendenze” ha concluso il professore.

La chiesa avventista Ensenada 14, una delle sei del distretto, ha formato un gruppo che si occupa di seguire le persone che chiamano o scrivono sui social media, i cui indirizzi sono ben visibili sul murale stesso. Al progetto hanno collaborato anche la Federazione avventista della Bassa California e l’Unione avventista del Messico del nord.

Il murale resterà esposto per un anno, dicono i dirigenti della denominazione.

[Foto: Adventus. Fonte: Regione interamericana

Produttore

Condividi