“Quando andrete a destra o quando andrete a sinistra, le tue orecchie udranno dietro a te una voce che dirà: “Questa è la via; camminate per essa” (Isaia 30:21), questo il testo che introduce l’incontro del pastore Franco con Roberto, un uomo recluso nel braccio speciale del carcere di Padova.

Roberto, da ragazzo aveva subito manifestato una vocazione al commercio e agli affari. A ventidue anni era già sposato, padre di due bambini e proprietario di un piccolo supermarket. Forte del suo intuito per le occasioni da cogliere al volo, aveva iniziato a giocare in borsa, perdendo tutti i risparmi di famiglia e la sua dignità. Caduto nella dipendenza da gioco d’azzardo, aveva frequentato i casinò con l’intento di realizzare invano la vincita che lo avrebbe tirato fuori dalla bancarotta. Aveva chiesto perciò prestiti di denaro alla malavita e si era ritrovato ad entrare nella schiera dei serial killer. Infine aveva forzato un posto di blocco della forza pubblica per farsi sparare addosso e finire la sua folle corsa. Ma solo la macchina era andata distrutta.

La mamma, nella sua abitazione, nella sua preghiera colma di fede e di disperazione, aveva implorato l’aiuto di Dio per il figlio che non aveva subito alcun danno nella sua persona.

Rinchiuso in carcere, trovò una Bibbia e finalmente era giunta per lui una nuova vita, ripiena della grazia di Dio. 

 

Mario Calvagno e Carmen Zammataro intervistano Franco Evangelisti di Guerrino, pastore delle chiese avventiste di Cremona e Pavia, e dei gruppi di Mantova, Piacenza e Vigevano.

 

 

Per approfondire la Bibbia, potete richiedere uno dei corsi gratuiti online o per corrispondenza al numero verde

800 098 650.

Oppure inviare un messaggio o un vocale su Whatsapp o Telegram al numero 342 92 73 681.

 

 

Produttori

, ,
Condividi

Articoli recenti